Seleziona una pagina

Come abbiamo visto in un precedente articolo, ossia quello dedicato alle carni rosse, rosate, bianche o nere, nel mondo della carne e della macelleria molto è dato per scontato anche quando non lo è affatto. Uno degli argomenti da non trascurare è quello della conservazione, perché se fatta in modo errato può avere effetti negativi sulla nostra salute. Oggi scopriamo insieme quali sono le regole per conservare le carni nel freezer.

Congelamento delle carni e pericoli per la salute

Se la carne viene lasciata riposare per qualche tempo con i dovuti accorgimenti si parla di frollatura, procedimento che la migliora e la rende più tenera da cucinare e consumare. Tuttavia, se lasciata troppo a lungo a contatto con l’aria, viene attaccata da batteri che la rovinano. Per questo è bene utilizzare un metodo di conservazione; ve ne sono di diversi ma quello migliore per tempo di conservazione e per purezza e naturalità del prodotto – dato che non prevede aggiunta di sostanze conservanti – è senza dubbio il congelamento.

Il congelamento è uno dei metodi più antichi tra quelli impiegati nella storia per la conservazione degli alimenti: consiste nel fermare il deterioramento degli alimenti abbassando velocemente la temperatura, che deve raggiungere un minimo di -18 ° in circa quattro ore; i cibi congelati possono poi essere consumati in un secondo momento.

Come ogni metodo di conservazione e di trattamento alimentare ha regole ben precise ed è necessario rispettarle, pena rendere i cibi pericolosi da ingerire. L’errato congelamento e un utilizzo sbagliato degli alimenti scongelati possono infatti essere dannosi per la salute umana; in particolare a causa delle contaminazioni batteriche e del rilascio di tossine.

Come conservare la carne nel freezer? Ecco le buone pratiche

Esistono quindi alcune buone pratiche da rispettare per un corretto congelamento delle carni. Ecco quelle consigliate dallo IIAS, l’Istituto Italiano Alimenti Surgelati che si occupa di promuovere le norme utili per un consumo salutare dei cibi congelati.

  1. Per un efficiente congelamento della carne è bene assicurarsi che i pezzi non siano di dimensioni troppo grandi né di spessore elevato: se si ha a disposizione un taglio di carne di grandi dimensioni è bene – se possibile – dividerlo in tagli più piccoli prima dell’inserimento nel freezer. Questo accorgimento permetterà un congelamento più rapido e inoltre ci aiuterà a scongelare solo la quantità di carne necessaria limitando gli sprechi.
  2. Ricordarsi sempre che esistono tempistiche ben precise anche per la conservazione delle carni congelate. Generalmente i tempi consentiti per la conservazione delle carni – e più in generale dei cibi – nel freezer sono indicati nel libretto di istruzioni dell’elettrodomestico, e seguono il sistema di stellette convenzionale. Comunemente alla temperatura standard di -18°:
  • le salsicce e i macinati resistono sino a circa 2-3 mesi;
  • la carne di maiale fino ai 4 mesi;
  • la carne bovina circa 9 mesi;
  • le carni bianche – le più resistenti – fino anche a 12 mesi.

Quando i cibi conservati superano questi tempi iniziano pian piano a perdere il gusto e le qualità organolettiche che li caratterizzano.

  1. Per una questione di praticità, ma anche per evitare contaminazioni, è necessario conservare la carne nel freezer suddividendola in sacchetti e contenitori separati. Ognuno di essi dovrà riportare nome dell’alimento contenuto e la data in cui è stato congelato.
  2. Per evitare problemi con il congelamento e con le contaminazioni tra alimenti è consigliato procedere con regolarità alla pulizia e alla manutenzione degli ambienti del congelatore, provvedendo anche all’eliminazione e al consumo degli alimenti in scadenza: un freezer contaminato o eccessivamente pieno può creare problemi ai cibi in esso contenuti.
  3. Un’altra regola fondamentale per evitare rischi per la salute è quella mantenere la catena del freddo: mai congelare nuovamente un alimento in precedenza congelato e scongelato.
  4. Tra i consigli per la conservazione e il consumo della carne vi è quello di farla scongelare in ambiente refrigerato, ossia in frigorifero, lentamente.
  5. Infine, ricordarsi che quando la carne viene scongelata non è più immune agli attacchi dei batteri, per questo è fondamentale consumarla entro uno o due giorni al massimo.

Seguendo questi pochi e semplici accorgimenti sarà possibile conservare la carne nel freezer nel modo migliore e in tutta sicurezza.

E voi avete già fatto la scorta? Scoprite la carne di qualità in uno dei punti vendita Tallone e non dimenticate: tutti i nostri addetti ai banchi macelleria sono professionisti altamente preparati; se avete un dubbio sulla conservazione casalinga delle carni non esitate a chiedere!

Su questo sito si utilizzano cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Se vuoi saperne di più o modificare il consenso clicca su “Ulteriori informazioni”. Cliccando su “Accetta”,
effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi