Seleziona una pagina

Se vogliamo cucinare una ricetta a base di carne bovina fresca non possiamo prescindere dall’acquistare un determinato taglio. Per tagli della carne bovina si intendono le parti dell’animale ottenute dalla macellazione seguendo una classificazione specifica e diffusa localmente che permette di riconoscere le varie zone bovine, le loro caratteristiche organolettiche e le metodologie di preparazione e cottura più adatte.

Macellazione del bovino e tagli

La macellazione del bovino avviene in diverse fasi consecutive: la prima è quella che vede l’animale diviso in due parti chiamate mezzene, poi suddivise in quarti. I quarti anteriori sono le parti che comprendono collo, spalla, punta di petto; quelli posteriori coscia, pancia, dorso e lombata. Inoltre, esiste un “quinto quarto”, ossia quello che comprende la testa e le frattaglie.

Esistono tagli di alta qualità e tagli di qualità meno elevata, in genere distinti in base alla quantità di tessuto connettivo e grasso presenti, che ne influenzano sia le qualità organolettiche sia il pregio; per distinguerli, vengono classificati in tagli di prima, seconda e terza categoria, dalla più pregiata alla meno pregiata.

Vale inoltre la pena ricordare che i tagli della carne bovina (e della carne in generale) cambiano in base alla nazione nella quale ci si trova: essendo essi strettamente legati alla cultura enogastronomica locale, sono diversi di paese in paese. Non solo: in alcuni casi sono connessi con la cultura cittadina, ergo nella stessa nazione sono conosciuti con nomi totalmente diversi a seconda delle zone.

I tagli della carne bovina di prima categoria

I tagli di prima categoria sono i più pregiati in assoluto, presentando una bassa quantità di grasso e tessuto connettivo, e per questo sono utilizzati in piatti che permettano di gustare tutte le qualità organolettiche della carne; tra questi le preparazioni alla brace, per esempio. Questi tagli provengono dal quarto posteriore e dalla zona lombare.

Filetto

Il filetto è il taglio più pregiato (e per conseguenza più costoso) in assoluto: ottenuto dalla zona sotto la lombata, è famoso per la sua tenerezza e assenza di grassi. Questo taglio è l’unico conosciuto con lo stesso nome in tutta Italia.

Sottofiletto (Lombata )

Il sottofiletto (conosciuto anche come lombata, lombo, controfiletto, roast beef o biffo a seconda della zona del paese in cui ci si trova) è un taglio ottenuto dal dorso dell’animale famoso e molto pregiato, dal quale si ottiene il famoso roast beef o ottime bistecche. È conosciuto anche nelle sue due celebri variazioni: il sottofiletto anteriore è la zona da cui si ottengono le costate, quello posteriore invece è la zona da cui vengono le bistecche fiorentine.

Culatta o Scamone

La culatta scamone è un taglio pregiato che viene per qualità subito dopo filetto e sottofiletto; ottenuto dalla coscia, dalla zona tra filetto e anca. È un taglio apprezzato per la sua magrezza e ampiamente usato per stufati, arrosti e bistecche. È conosciuto con diversi nomi, colarda a Napoli, a Genova principalmente come scamone.

Fesa

La fesa è un taglio ottenuto dalla coscia del bovino e può essere più o meno pregiata a seconda della provenienza dall’interno o dall’esterno. La fesa esterna è la più pregiata e viene usata per ottime bistecche. La fesa interna, pur essendo comunque di alta qualità, è meno magra di quella esterna e viene utilizzata per fettine alla griglia e impanate o per spezzatini. Anche in questo caso le diverse parti d’Italia presentano diversi nomi per i tagli: per esempio la fesa esterna a Vicenza viene chiamata controfesa e a Genova lacerto; quella interna è semplicemente coscia a Mantova, schenello a Genova.

Rotondino (Girello)

Il rotondino è un taglio di carne cilindrico, per questo conosciuto anche con il nome di girello o rotolo di coscia. Si tratta di una zona di carne magrissima, utilizzata sia per il vitello tonnato e roast beef, sia per scaloppine.

Tagli bovini di seconda categoria

I tagli bovini di seconda categoria sono le zone di qualità intermedia in quanto meno soffici e con una maggiore quantità di grassi. Questi tagli sono ottenuti dal quarto anteriore e vengono utilizzati per la preparazione di arrosti, spezzatini e stufati.

Punta di petto

La punta di petto, come suggerisce il nome, è il taglio ottenuto dalla zona del bovino che va dal collo alla pancia. Poiché questa parte è piuttosto grassa, la sua carne viene utilizzata per bolliti e brasati.

Reale

Il taglio chiamato Reale è una carne piuttosto magra ottenuta dalla zona muscolare sulle prime 5 vertebre dell’animale. Si tratta di un taglio ottimo non solo per bolliti e brasati ma anche per bistecche ai ferri, in padella e per deliziosi ragù. Nella sua parte superiore è più magro, mentre contiene una quantità di grasso maggiore nella parte inferiore. È conosciuto anche come Matamà.

Gallinella (o Pesce)

La gallinella è un taglio proveniente dalla parte posteriore del bovino accanto all’attaccatura dell’arto. Questa zona presenta molti muscoli e per questo è considerata pregiata e largamente impiegata per la preparazione di spezzatini, brasati e bolliti. A Genova è conosciuto come muscolo.

Tagli di bovino di terza categoria

I tagli di terza categoria sono quelli che presentano una maggiore quantità di grasso: per questo sono i più saporiti, ma anche quelli meno pregiati. Ottenuti da pancia, arti e collo, questi tagli vengono impiegati nella preparazione di bolliti, brodo o nelle carni macinate.

Pancia

La pancia è uno dei tagli più marezzati del bovino: l’alternanza di muscolo e grasso rende questa zona particolarmente gustosa e adatta sia al bollito che alla creazione di piatti con macinato, tra cui hamburger e polpette.

Ossobuco

Conosciuto anche con il nome di geretto superiore, l’ossobuco è un taglio di carne molto peculiare utilizzato per la preparazione di piatti omonimi, ma anche di brodo, bollito e stufati. Il taglio è ottenuto dalla parte circostante la tibia del bovino e per questo presenta bistecche circolari caratterizzate da un osso centrale comprendente il midollo.

Vendita tagli di carne bovina in Liguria

Questi appena elencati sono i principali tagli di carne bovina utilizzati per la creazione di piatti e ricette, o per il semplice consumo alla brace; ora che li conosci non rimane che scegliere quello che fa al caso tuo tra i nostri tagli di carne bovina fresca da allevamenti piemontesi e recarti da un nostro rivenditore!

Su questo sito si utilizzano cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Se vuoi saperne di più o modificare il consenso clicca su “Ulteriori informazioni”. Cliccando su “Accetta”,
effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi